06/86328789 e 06/8610619

Via Tripolitania 151, 00199 - Roma

Seguici su

Top
Associazione Dhyana ONLUS / Yoga e Meditazione  / Sequenza di asana per la preparazione ad una Meditazione sulla Polarità

Sequenza di asana per la preparazione ad una Meditazione sulla Polarità

Premesse

In queste giornate che sembrano così sospese, in cui abbiamo perso i nostri ritmi e i nostri punti di riferimento abituali, possiamo cogliere una preziosa opportunità: possiamo fermarci, davvero, senza cercare di riprodurre i ritmi frenetici della nostra normale vita quotidiana, e ascoltarci.

Per chi è in coppia questo momento può essere dedicato a stare un po’ più insieme e a curare la propria polarità interna, per offrila al rapporto.

Qui di seguito riportiamo due sequenze, una di accompagnamento ad una riflessione sulla polarità maschile e una sulla polarità femminile.

Esperienza pratica sull’armonizzazione della polarità maschile

Di seguito una proposta di asana che possano accompagnare nell’ascolto e nell’armonizzazione interna della polarità maschile, incentrata sul potere con Amore.

Lettura iniziale

“Vi è dato tutto ciò che lo spirito vostro può assorbire. Anche quei segni della Nostra grande Fiducia, le nostre frecce. In battaglia però le frecce non sempre vanno a bersaglio; sappiate dar loro più potenza. La vita spirituale è sempre condizionata dai troppi possessi. Voi salite — seguite la via della devozione e dell’amore.” (Morya, Foglie del Giardino di Morya I, 81)

Posizioni

  • In posizione facile, con le gambe incrociate, le mani in grembo, chiudiamo gli occhi e rendiamo il respiro sempre più lungo e profondo
  • Portiamo le mani sulle ginocchia e iniziamo il movimento del cavalcare il cammello, compiendo dei movimenti molto lenti e via via sempre più ampi; inspirando, prendiamo energia dalla terra ed espirando, la liberiamo verso l’alto; visualizziamoci come canali di luce
  • Ci portiamo nella posizione del diamante (1); da questa posizione, ci visualizziamo come una roccia, ben salda a terra

 fig.1

  • Mantenendo la posizione del diamante, riprendiamo il movimento del cavalcare il cammello, molto lentamente; vediamo l’energia che pian piano sale verso l’alto, fino a rendere la mente acuta e chiara come un diamante
  • Lentamente ci alziamo in piedi e ci portiamo nella posizione della montagna (2); compiamo da questa posizione dei respiri lunghi e profondi

 fig.2

  • Uniamo le mani all’altezza del Cuore
  • Alziamo lentamente le mani giunte al di sopra della testa, allungando il più possibile il nostro corpo (3); compiamo dei respiri lunghi e profondi

 fig.3

  • Da questa posizione, ci portiamo nella posizione del guerriero I (4), prima a destra e poi a sinistra; mentre manteniamo la posizione, compiamo dei respiri lunghi e profondi e fissiamo la nostra attenzione sulle parole: “stiamo combattendo una battaglia contro i nostri limiti, le nostre paure, i nostri desideri”

 fig.4

  • Ci portiamo nella posizione del guerriero II (5, palmi delle mani rivolti verso il basso), prima a destra e poi a sinistra; respiriamo profondamente e continuiamo a visualizzarci come valorosi guerrieri sul nostro campo di battaglia; lasciamo risuonare in noi queste parole: “Tu conosci i tuoi doveri di guerriero, perciò dovresti sapere che non c’è destino migliore che un legittimo combattimento. O Partha, felici sono i guerrieri a cui si offre l’occasione di combattere, poiché si aprono per loro le porte del cielo” (Bhagavat Gita, II 31-32)

 fig.5

  • Ci portiamo quindi nella posizione dell’arciere (6 palmi delle mani rivolti verso l’alto), prima a sinistra e poi a destra; compiamo dei respiri lunghi e profondi, facendo risuonare in noi queste parole: “il nostro corpo è l’arco, la nostra volontà è la freccia”

 fig.6

  • Ci riportiamo nella posizione della montagna, compiendo dei respiri lunghi e profondi
  • Ci prepariamo per la Meditazione sul potere con Amore

Esperienza pratica sull’armonizzazione della polarità femminile

Di seguito una proposta di asana che possano accompagnare nell’ascolto e nell’armonizzazione interna della polarità femminile, incentrata sull’amare con potere.

Lettura iniziale

“E ancora: perché di frequente sono le donne che percepiscono il Mondo sottile? Perché nella donna l’azione del cuore è molto più sottile, e pertanto le è più facile trascendere il fisico. In verità, l’Epoca della Madre del Mondo si fonda sulla realizzazione del cuore. È proprio solo la donna che potrà risolvere il problema dei due mondi. Bisogna dunque incitarla a comprendere con il cuore. Ciò sarà bene anche e specialmente perché la qualità del cuore permane in eterno. Già si contano molte imprese eroiche compiute dalla donna, ma ora le si è accordato, in luogo dell’olocausto, la fiamma del cuore. Non si dimentichi che per qualsiasi grande conquista il principio femminile è indispensabile come base e come essenza. Il cuore non si apre al Mondo sottile se non lo si comprende con un conseguimento speciale.” (Morya, Cuore, 106)

Posizioni

  • In posizione facile, con le gambe incrociate e le mani in grembo, chiudiamo gli occhi e rendiamo il respiro sempre più lungo e profondo
  • Portiamo le mani sulle ginocchia e iniziamo il movimento del cavalcare il cammello (1), compiendo dei movimenti molto lenti e via via sempre più ampi; inspirando, prendiamo energia dalla terra ed espirando, la liberiamo verso l’alto; visualizziamoci come canali di luce

         fig.1

  • Ruotiamo la testa (2), prima in senso antiorario e poi in senso orario; il movimento è ampio e profondo; abbandoniamoci al movimento, senza opporre resistenze

fig.2

  • Apriamo ora le gambe unendo le piante dei piedi; le mani circondano i piedi e iniziamo il movimento della farfalla (3), compiendo dei respiri lunghi e profondi

 fig.3

  • Allunghiamo le gambe e afferriamo gli alluci con le mani, nella posizione della pinza (4); compiamo dei respiri lunghi e profondi; poi iniziamo il movimento; ci percepiamo come contenitori di luce, una luce che diventa sempre più calda e splendente mano a mano che approfondiamo i movimenti

 fig.4

  • Portiamo dietro il busto, aprendo bene il petto e la gola (5): immaginiamo di liberare tutta la luce che abbiamo generato al nostro interno nel movimento precedente

 fig.5

 Ora ci portiamo nella posizione della tartaruga (6); compiendo dei respiri lunghi e profondi, ci ritiriamo nel nostro mondo interiore, apprezzandone tutti i meravigliosi elementi di cui è composto

fig.6

  • Usciamo dalla posizione e ci portiamo nella posizione del bambino (7); chiediamoci: di cosa abbiamo realmente bisogno? Cosa possiamo invece lasciare andare?

 fig.7

  • Lentamente ci alziamo in piedi, srotolando la schiena, una vertebra alla volta (8)

 fig.8

  • Ci portiamo nella posizione della fermezza, facendo risuonare dentro di noi le parole: “mi abbandono senza controllare e aspetto; qualsiasi cosa verrà, la accoglierò”
  • Ci portiamo ora nella posizione della montagna, compiendo dei respiri lunghi e profondi
  • Ci prepariamo per la Meditazione sull’amare con potere

#yoga #meditazione #benessere #coronavirus #COVID19 #asana #polarità #uomo #donna #unione

Share