Questo sito si avvale di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone accetto si acconsente al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.

La Psicologia dell’Evoluzione Armonica della Coscienza (PEAC) si riconosce nell’alveo delle Psicologie Transpersonali e Psicosintetiche, arricchendo la propria base teorica e metodologica con la Visione Sistemico-Relazionale.
La PEAC si muove dall’idea per cui l’Uomo rintraccia il senso della sua Vita in una visione che incrocia la dimensione orizzontale delle relazioni, con quella verticale, spirituale, della vita. La dimensione spirituale non è che la tensione di un essere umano verso la comprensione del Fine più ampio delle sue azioni, dello Scopo più globale dei suoi rapporti.
La PEAC offre una visione Evolutiva dell’Uomo e dei Sistemi di cui fa parte (Coppia, Famiglia, Gruppi) le cui molteplici potenzialità vengono accompagnate a svilupparsi ed esprimersi, migliorando progressivamente.

 

Video sulla PEAC, la Psicologia dell’Evoluzione Armonica della Coscienza

I Consulenti PEAC

 

Pubblicazioni 

La funzione evolutiva della crisi: dalla terapia alla ricerca

Il concetto di crisi fa riferimento ad un “termine di origine greca presente nella medicina ippocratica per indicare un punto decisivo di cambiamento che si presenta durante una malattia ... articolo pubblicato anche sul n.1/2011 della Rivista di Psicologia Clinica

 

La “Psicologia Armonica del Sé”: una visione sistemica dell’uomo ed una visione transpersonale delle relazioni

La Psicologia Armonica del Sé (PAS) compie il tentativo di coniugare la pratica e le teorie sistemico-relazionali con la ricerca filosofica e spirituale, la cosiddetta filosofia perenne" ... , tratto dalla rivista Psicosintesi n. 15 di aprile 2011

 

La funzione della psicologia nella lettura dei miti

Jung evidenzia come il simbolo è "la macchina psicologica che trasforma l'energia... , tratto dalla rivista Psicosintesi n. 17 di aprile 2012, pag.25